Essere felice è facile

Smettere di fumare

Staccarsi dalle sigarette non significa semplicemente migliorare la propria salute, partendo dalla bocca, dalla trachea per passare ai polmoni ed alla pelle. Si tratta di liberarsi dall'ansia di non poter sopportare le situazioni maggiormente stressanti.

Questa potenziale spirale involutiva e forse il peggior incubo ricorrente per i fumatori incalliti. La sigaretta di tabacco, grazie all'alto contenuto in nicotina, l'alcaloide più famoso della pianta proveniente dal Centro America, è in grado di interagire in maniera piuttosto complessa con il recettore cerebrale delle sensazioni di piacere, dando un immediata (ma apparente) sensazione di sollievo e tranquillità.

Rispondendo continuamente ai momenti di stress con la sigaretta e con la nicotina, si comincia a formare una vera e propria dipendenza fisica e psicologica verso la sigaretta.

Di conseguenza, immaginare di affrontare situazione stressanti senza il supporto della sigaretta può portare a far sorgere ancora maggiore stress portando alla spirale di ansia di cui sopra.

Per questa ragione il supporto psicologico per riuscire a sciogliere questa dipendenza, può essere più efficace di una terapia farmacologica.

Ad esempio si può citare il cosiddetto metodo R. e. s. a. p., per il de condizionamento mentale, ovvero sia cercare di eliminare il bisogno psicologico della sigaretta, attraverso un lavoro personale e personalizzato a livello mentale.

Le statistiche parlano chiaro: di oltre 10 milioni di fumatori italiani, almeno il 40% di essi ha pensato almeno una volta di smettere di fumare. Di questi solo 1 su 5 decide di provarci, con un risultato finale di effettiva interruzione di fumo di sigarette del 2 o 3% all'anno.

Ovviamente questi numeri ci fanno comprendere come la dipendenza fisica o chimica dalla nicotina sia un fenomeno scientifico innegabile.

Non bisognerebbe però correre il rischio di sovra stimare l'aspetto farmaceutico finendo per non considerare nella giusta maniera la variabile psico comportamentale.

Infatti, la maggior parte delle persone che sono riuscite a smettere di fumare lo ha fatto senza l'aiuto di sostanze o farmaci (leggi cerotti, gomme da masticare o farmaci sostitutivi della nicotina). Nei soli Stati Uniti ben 30 milioni di persone sono diventate ex fumatori senza l'ausilio di alcuna tecnica particolare, facendo leva esclusivamente sulla propria forza di volontà e sulla propria psiche.

Dando uno sguardo alle altre dipendenze, sorte di recente, come la dipendenza dal gioco d'azzardo (ad esempio video poker o gratta e vinci), si può notare come non via si alcun tipo di dipendenza fisica determinata da una o più sostanze chimiche, ma che il tutto si “giochi” (termine non utilizzato a caso) solo sulla gestualità e sul comportamento ossessivo, il quale riesce a dare tranquillità o a liberare la mente della persona nel vizio.

Per riuscire a comprendere il presupposto del funzionamento della terapia psicologica per arrivare all'obiettivo di smettere di fumare, bisogna sapere che: il fumo è un comportamento che si acquisisce spesso per colmare un deficit di sicurezza, il fumo diventa una raffigurazione comprensibile del piacere e della gratificazione per via orale, molto spesso associato a momenti di felicità, tranquillità o al fine di concentrarsi, infine questa gratificazione può diventare rifugio per la tranquillità, una sorta di totem associato automaticamente alle sensazioni piacevoli ed un oggetto dal quale trarre sicurezza e soluzione ad ogni tipo di stress.

Questi sono i presupposti che devono essere accettati per poi procedere alla terapia psicologica. Ovviamente esistono dei test oggettivi per valutare quale sia il livello di dipendenza dalle sigarette, ad esempio il test di Fagerstrom o il test di Horn, ma sono anche fondamentali le motivazioni che spingono a ricercare il cambiamento.

Si può distinguere fra soggetti che non pensano nemmeno a smettere (pre contemplativi), coloro i quali ci stiano pensando (contemplativi) e infine coloro che ci stiano effettivamente provando (ai quali poi segue l'eventuale fase di mantenimento).

Se non si vuole smettere, ovvero sia, non si senta un moto proveniente dall'interno che spinga ad interrompere questa pratica fortemente lesiva, qualsiasi tipo di terapia, sia essa psicologica o farmaceutica, non avrà alcun tipo di efficacia.

Il vero rimedio per smettere di fumare viene da dentro sé stessi.


Noi offriamo  ai nostri clienti acquistare Kamagra Gel online a prezzo basso e senza ricetta.